Il fine settimana appena passato resterà impresso nella nostra memoria: di buon mattino Lelatà-Azione si è incamminata lungo la “rotta istriana”. L’occasione era di quelle importanti, specialmente da un punto di vista simbolico: la consegna dei libri del XIV Fondo Cristian Pertan alla Comunità Italiana “San Lorenzo” di Babici (Umago).

La consegna è solo il punto di arrivo di un lavoro iniziato a Febbraio, intorno al Giorno del Ricordo dei Martiri delle Foibe e degli Esuli, giornata in cui nelle varie sedi è stata organizzata la raccolta dei volumi destinati al Fondo Pertan, il cui scopo è quello di mantenere e valorizzare la cultura italiana nelle terre di Istria, Fiume e Dalmazia attraverso, appunto, la raccolta di libri da donare alle comunità italiane ancora presenti laggiù. Il Fondo è dedicato alla memoria del giovane triestino Cristian Pertan, ufficiale dell’esercito italiano di origine istriana prematuramente scomparso a soli trentun anni.

La mattina di sabato 6 ottobre, caricati i furgoni con svariati scatoloni di libri, siamo partiti verso l’Istria. Non appena passato il “posto di blocco” (così gli esuli chiamano la frontiera ancora esistente tra Slovenia e Croazia) siamo stati accolti dagli splendidi paesaggi istriani, dalla “terra rossa” a cui Cristian ha dedicato una toccante canzone. Giunti in località Babici presso la Comunità Italiana  “San Lorenzo” abbiamo assistito alla partita di calcio tra le squadre “Amici di Cristian Pertan” e la rappresentativa locale.  A fine partita foto di gruppo con le due squadre sotto lo striscione “Boccia con noi” ( affettuoso soprannome di Cristian ).

Intorno alle 18 la presidente della Comunità “San Lorenzo”, Roberta Grossi, ci ha accolto nella sede della Comunità per una lunga serata in cui si sono alternati momenti di divertimento a momenti di serietà e commozione, inframmezzati dalle esibizioni dei “Cantori”, gruppo locale che si esibisce in canti popolari in  dialetto umaghese.

Nel corso della cerimonia, alla presenza dei genitori di Cristian, del presidente dell’associazione culturale “Cristian Pertan” Manoel Bibalo e del portavoce Gabriele Bosazzi, sono stati donati i libri raccolti da Lealtà-Azione ed A.D.ES. (Associazione Amici e Discendenti degli ESuli)  del XIV Fondo Pertan alla Comunità. È stato poi presentato il “Dizionario del Dialetto Umaghese”, curato dall’associazione “Famiglia umaghese- Unione degli Istriani”.

A seguire si è svolta una allegra cena conviviale con tutta la Comunità.

Il mattino seguente abbiamo visitato la Città di Umago accompagnati dal consigliere comunale Daniele Fattor e nel pomeriggio, in località Salvore, abbiamo deposto dei fiori sulla lapide, voluta sempre dal Fattor, per i caduti del Piroscafo “San Marco”. In questo momento toccante sia il Bosazzi che il Fattor ci hanno raccontato la tragedia di questa imbarcazione, un semplice piroscafo di linea, che fu bersagliata dal fuoco dell’aviazione Alleata durate la seconda guerra mondiale: vi furono centoventi vittime civile. Una delle tante storie italiane poco conosciute.

Da lì ci siamo recati presso il cimitero di Matterada dove abbiamo reso omaggio alla memoria del Capitano della Folgore Cristian Pertan, la cui dedizione alla sua terra d’origine è ancora oggi esempio luminoso per tutti i giovani che credono nella Patria.

Grazie alla disponibilità di Roberto, amico fraterno di Cristian che ringraziamo di cuore, abbiamo potuto visitare a Pizzudo Inferiore la casa dove Cristian ha vissuto per lunghi periodi.

Infine, presa una manciata di “terra rossa”  da portare con noi, ci siamo diretti verso casa con la promessa di “ritornare” in quelle splendide terre.

 

Cari Lupi di Lealtà-Azione,

A.D.ES., Amici e Discendenti degli Esuli di Istria, Fiume e Dalmazia, vuole sinceramente ringraziarvi per aver fattivamente partecipato alla raccolta di libri per il XIV Fondo Librario Cristian Pertan. I libri da Voi donati sono stati consegnati con una commovente cerimonia alla Comunità Italiana San Lorenzo di Babici (Umago) lo scorso 6 ottobre alla presenza dei genitori di Cristian e dei rappresentanti della Comunità. In questa occasione sono stati recapitati duecentocinquanta degli oltre mille libri che sono stati raccolti quest’anno da A.D.ES. durante le celebrazioni per il Giorno del Ricordo: il restante quantitativo verrà distribuito nei prossimi mesi ad altre comunità. A voi va il nostro più profondo ringraziamento: senza il vostro impegno nella raccolta, catalogazione e trasporto dei libri questo risultato non sarebbe stato possibile.

Con la speranza che i ragazzi di Lealtà-Azione, che hanno partecipato alla consegna in Istria, siano rimasti affascinati dalle bellezze delle terre “di là dall’acqua “ e facciano sempre più loro la causa degli esuli, vi saluto con affetto e vi invito fin da ora per la prossima edizione del Fondo Cristian Pertan,

il Delegato A.D.ES. Monza e Brianza

Daniele Ponessa

1 Commento

FRANZ BOCCHIO 17 Ottobre 2012 at 16:08

GRAZIE, GRAZIE DI CUORE ! SONO ONORATO DI CONOSCERVI E DI SAPERE CHE CI SONO ANCORA RAGAZZI COME VOI IN QUESTA NOSTRA MARTORIATA PATRIA!
UN FORTE ABBRACCIO.
FRANZ

Lascia un commento